Cari amici,

molti soci mi chiedo di essere aggiornati sulle scadenze comunicate nel corso dell’assemblea del bilancio preventivo 2016.

Per quello che riguarda Nisida, come sapete, è stato dichiarato il fallimento della società Nisida Mare srl e, quindi, all’amministratore giudiziario è subentrato un curatore fallimentare che, in virtù dei poteri conferitigli dalla legge, avrebbe potuto sciogliere il contratto da noi siglato. Ma al termine di una lunga e faticosa trattativa, abbiamo raggiunto una mediazione che ci risparmia un contenzioso giudiziario.

In aggiunta agli accordi già sottoscritti, il curatore fallimentare ci ha chiesto di versare, entro il 15 novembre, un deposito cauzionale ad ulteriore garanzia.

Questa sopravvenuta esigenza, nata in modo imprevedibile che sommata agli impegni di fine anno, limita la nostra possibilità di iniziare i lavori per l’adeguamento della nuova sede in via Napoli, trasferimento che, peraltro, mi viene costantemente sollecitato da molti associati che ritengono tale immobile adeguato alle nuove esigenze della Sezione.

Per questa ragione, gli stessi soci si sono offerti di anticipare in tutto o in parte, le quote sociali e/o il supplemento di frequenza banchina relative al primo semestre 2016.

Si tratta, ovviamente, di una scelta su base assolutamente volontaria e che, come precisato nel corso delle riunioni del Gruppo sub e del Gruppo vela, non dà diritto ad alcuna assegnazione straordinaria di punteggi di merito. I soci che vogliono aderire a questa iniziativa posso mettersi in contatto con la segreteria.

Vi saluto con l’auspicio di poterci scambiare gli auguri per il nuovo anno nella nuova sede sociale.

Silvio Luise